ex macello pubblico a lugano,

trasformazione (con l’architetto lorenza mazzola)

 

committente: città di lugano
progetto: 2000–2002
dati dimensionali: 20 000 mc sia, 2500 mq sul

L'area dell'ex Macello pubblico di Lugano consiste in un’insieme di edifici organizzati ortogonalmente e in modo quasi simmetrico all’interno di un recinto.

Di particolare interesse architettonico è il blocco dei tre edifici centrali, fra loro articolati da due bellissimi spazi a tutta altezza.

Gli edifici hanno caratteristiche e qualità molto diverse, e il loro stato di conservazione non è unitario. A questo si aggiunge la pluralità delle trasformazioni, che si sono sovrapposte una all'altra nel tempo. Nell’operare le nostre scelte ci siamo concentrati sull’idea che il nostro lavoro dovesse inserirsi all’interno di questo processo di trasformazione.

Gli interventi previsti hanno l’obiettivo di operare analizzando singolarmente ogni «frammento» come un caso specifico.

Il muro di cinta esistente viene mantenuto e completato, in modo da rafforzare il carattere di cittadella dell’ insieme.

Lo scopo è quello di rendere possibile a Lugano la creazione di un nuovo centro a carattere culturale ricavato negli spazi di una struttura industriale oggi quasi totalmente dismessa.